“Polo educativo Villa Fazio”

Centro di ProssimitÓ "Mosaico"

La realizzazione del Polo educativo a Librino ha lo scopo di riuscire a creare, in un quartiere difficile come Librino, un luogo in cui giovani e adulti possano ritrovarsi e vivere momenti di crescita umana ma anche professionale. Diventando un punto di riferimento di aggregazione per l’intera città di Catania.

Villa Fazio

Il progetto prevede l’utilizzo dell’intera struttura, il riadeguamento e il rifacimento degli impianti sportivi (campetto di calcio, campo di basket e pallavolo) per creare dei laboratori, spazi in cui socializzare, lavorare in team e accogliere gli utenti. Si organizzano anche attività musicali, espressive, sportive, culturali e di apprendimento.

Partner: Consorzio Sol.Co - Rete di Imprese Sociali Siciliane 

 

Villa Fazio

 

Segui il Polo educativo - Villa Fazuio su facebook

Obiettivi

Gli obiettivi che il progetto si propone di raggiungere sono:

- favorire occasioni di incontro, dialogo e confronto fra minori, giovani e adulti;

- porre le basi per riuscire ad avere maggiore consapevolezza di sé e delle proprie potenzialità personali al fine di favorire la crescita di una personalità capace di relazionarsi in modo appropriato con gli altri, di esprimere i propri sentimenti, di essere responsabile e sensibile nei confronti delle persone e dell’ambiente in cui si vive, di sviluppare un proprio progetto di vita;

- intervenire nelle situazioni problematiche attivando la presa in carico dei minori in difficoltà e con disagi vari (culturali, sociali, psicologici, psichici e fisici) con l’elaborazione di piani di intervento e progetti educativi personalizzati;

- prevenire fenomeni di dispersione, frequenza irregolare e abbandoni scolastici;

- favorire opportunità di inserimento in percorsi di tipo formativo e lavorativo e promuovere la capacità di auto-orientamento;

- favorire l’accoglienza dei minori disabili offrendo pari opportunità di integrazione sociale, prevenendo atteggiamenti di emarginazione e stigmatizzazione;

- favorire la partecipazione attiva degli adolescenti e dei giovani alla vita del Centro promuovendo la loro capacità di co-progettazione e co-valutazione dei processi di operatività proponendo modelli alternativi a quelli tipici del loro ambiente;

- attivare azioni di coinvolgimento e protagonismo attivo delle famiglie alla vita del centro, in particolare alle attività socio-educative e socio-ricreative in modo da dare fiducia, riconoscimento, sostegno, vicinanza e aiuto ai genitori, contribuendo a sviluppare e ampliare le relazioni fra persone che vivono situazioni similari.

Descrizione prodotto/servizio

Il target primario di riferimento è costituito dall’intera cittadinanza residente nel quartiere che si trova ad affrontare varie problematiche (dall’esclusione all’indigenza), prestando particolare attenzione ai ragazzi di età diversa. Secondariamente ci si rivolge a tutti i cittadini della città. Il progetto, svolgendo attività socio-educative e sportive fruibili in particolar modo dai giovani, ampliando di conseguenza  il suo bacino di utenza e accogliendo intere famiglie. Le attività svolte arricchiscono la conoscenza del territorio circostante e la rete degli enti che condividono la stessa mission.

Sostenibilità

La metodologia adottata segue il modello di “welfare community”: tale modello si realizza solo valorizzando il principio della sussidiarietà, nell’ottica di operare come una “rete” in cui tutti i soggetti interessati diventano soggetti attivi.

Prospettive Future

Le azioni progettuali, attraverso l’erogazione di vari servizi, sono volte a far divenite il Polo Educativo Librino un luogo di crescita, incontro e sviluppo locale.

Il presente intervento, infatti, consente di legare politiche di welfare, che diano centralità al cittadino, con interventi tesi ad assicurare sviluppo, non solo economico, ma anche culturale, sociale ed etico. Il percorso proposto fa riferimento ad una innovazione sociale partecipata che si fonda su una coordinata integrazione di investimenti individuali e collettivi e a una pianificazione sociale tesa a rendere protagonisti i cittadini e le organizzazioni del territorio.